Social Media Management: il caso Candy Candy Forza Napoli

Artigiano del Marketing

Social Media Management: il caso Candy Candy Forza Napoli

Indice

Dall’avvento del Reddito di Cittadinanza, sono passati 2 lunghi anni, nei quali è realmente capitato di tutto. Nell’ottimizzare il mio blog, però, non ho potuto fare a meno di soffermarmi su questo divertente ricordo di Social Media Management: il caso Candy Candy Forza Napoli.

Te lo ricordi? Ti rinfresco la memoria, qui di seguito.

Contestualizzo, qualora non lo ricordassi. Nel 2019 diviene finalmente operativo il Reddito di Cittadinanza, con grande attesa del pubblico che ha intenzione di richiederlo immediatamente. Server intasati, confusione e, soprattutto, tante richieste su Facebook, sulla pagina dell’INPS.

Le grasse risate, da utente, si trasformano in preoccupazione se ci rendiamo conto, per un attimo, che tutti noi potremmo diventare Candy Candy Forza Napoli, almeno per una volta nella nostra vita.

Il Social Media Management di INPS per la Famiglia

Cosa accadde di preciso? Lo riporto nello screen qui di seguito, mentre lo sintetizzo in breve.

Fondamentalmente, per accedere al reddito di cittadinanza, era necessario possedere un PIN che consentisse di usufruire dei servizi dell’INPS, tra i quali, appunto, il modulo di richiesta del reddito di cittadinanza.

Senza alcuna avvisaglia, la pagina Facebook dell’INPS per la Famiglia viene bombardata di commenti e richieste di aiuto,tra le più bizzarre e assurde, altre dal sorriso amaro (chi chiedeva se il proprio figlio che lavorava in nero potesse richiederlo). Tra tutte, infine, apparve lei, Candy Candy Forza Napoli che fece definitivamente crollare i nervi del povero Social Media Manager.

Commenti su Facebook tra Candy Candy Forza Napoli e il Social Media Manager dell'INPSLo scambio scatenò l’ilarità del Web per l’innegabile surrealismo della situazione.

Niente moralismo, non sarei io, ma è il momento di affrontarla da un punto di vista professionale.

Il Ruolo del Social Media Manager di una pagina Facebook nel 2019

Chi è il Social Media Manager, che cosa rappresenta? Te la sei mai posta questa domanda?

Il Social Media Manager è la persona che gestisce gli account della sua azienda sui Social Media. Significa che, nel momento in cui risponde o scrive, non si assume le responsabilità – agli occhi del consumatore, attenzione – dei suoi contenuti, ma la scarica sull’azienda.

Quando il Social Media Manager dell’INPS sclera, letteralmente, non è Tizio Caio ha sclerato, ma l’INPS non aiuta le persone in difficoltà a richiedere qualcosa che è proprio diritto. L’immagine aziendale ne risente, non la persona.

Notizia di allora, peraltro, fu che la malcapitata Social Media Manager finì in ospedale per lo stress causatole da tutta quella situazione. Un augurio retroattivo a lei di pronta guarigione, un augurio di comprensione di quanto accaduto a Candy Candy Forza Napoli.

La sostanza, alla fine, non cambia. Per quanto umani, nel momento in cui gestiamo una pagina Social Media, dobbiamo cercare di meccanizzarci… o forse prima era così?

Il Ruolo del Social Media Manager di una pagina Facebook 2021

Il Social Media Manager non ha cambiato mansione, ma alcuni tratti si sono evoluti.

L’abitudine a ricercare la persona che “muove i fili” delle pagine aziendali, ha incentivato il dialogo tra brand / persona e utenti, rompendo fondamentalmente la quarta parete.

Casi come il Social Media Manager di Taffo o il Social Media Manager di Uniero sono sempre più diffusi, aldilà delle differenti vedute a riguardo, e la notorietà del brand si mescola con la crescente reputazione degli stessi.

Insomma, da registi diventano anche attori, parte dello spettacolo. Che sia un bene o un male non lo so, ma che debba essere tenuto in considerazione questo trend nella gestione della tua pagina social è inevitabile.

La Responsabilità Sociale del Social Media Management e la fine di Candy Candy Forza Napoli

I Social Media sono strumenti, i Social Network reti che si formano lì sopra e trascendono le barriere geografiche. Ciò comporta che, le stesse dinamiche che viviamo nel nostro piccolo, si riproducano in maniera identica su questi canali.

La sottile linea tra ironia e bullismo diventa un labile confine tra una risata di migliaia di amici e un’aggressione di migliaia di bulli. L’epilogo di Candy Candy Forza Napoli è stato la cancellazione del suo profilo, dopo le conseguenze che ha subito dallo scambio di battute sulla pagina INPS.

Ci riferiamo a migliaia di messaggi in privato, ricevuti da una persona ignara di tutti questi meccanismi. Ha dovuto abbandonare i Social Media, per due commenti scambiati, nella sua assoluta ingenuità.

Non condanno il Social Media Manager, non sono un giudice, ma sottolineo la responsabilità sociale del Social Media Management che, proprio questo caso, come tanti altri ce ne sono stati e ce ne saranno, non bisogna mai dimenticarla.

Chi detiene un ruolo di notorietà, anche solo come azienda (in quanto ne fa le veci), ha il dovere di pesare le sue parole, diversamente dall’essere in un locale con i propri amici. Ma, alcuni politici, lo fanno volutamente…

Ricordiamoci la gentilezza, come grande strumento di difesa anche nei momenti peggiori, soprattutto sui Social Media. Il virale non è la risposta efficace a tutto.

In ogni caso, questa è stata davvero una perla del trash italiano, che ricorderò con un sorriso e una morale da portarmi dietro. E tu?

Questo sito utilizza cookies che sono necessari per il corretto funzionamento dello stesso, così come altri che non lo sono. Puoi accettare tutti i cookies, solo alcuni o nessuno, così come revocare e cambiare il consenso in qualsiasi momento.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy